HIFI4ALL ::: The Real Music & HiFi Revolution :::
Chi è in linea
In totale ci sono 18 utenti in linea :: 0 Registrato, 0 Nascosti e 18 Ospiti :: 2 Motori di ricerca

Nessuno

[ Vedere la lista completa ]


Il numero massimo degli utenti in linea è stato 3307 il Mar 27 Ott - 22:03
Statistiche
Abbiamo 430 membri registrati
L'ultimo utente registrato è cucicu

I nostri membri hanno inviato un totale di 5834 messaggi in 565 argomenti
I postatori più attivi del mese
Leon77
 

I postatori più attivi della settimana
Leon77
 

Dicembre 2016
LunMarMerGioVenSabDom
   1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031 

Calendario Calendario


Hair

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Hair

Messaggio  rferrinid il Gio 26 Feb - 12:29

Celebre film di Milos Forman , una panoramica sulla beat generation , gli USA in conflitto in Vietnam e nel fronte interno i figli dei fiori che predicano peace and love.

La ascolto sempre molto volentieri , sarà perchè ho dei bellissimi ricordi legati al film , sarà perchè le sonorità anni 80 mi piacciono molto, sarà perchè è un bel disco .

Edizione in vinile doppia , registrazione non eccelsa ma neanche da buttare via (ho ascoltato vinili peggiori ) ; l'intero doppio album è caratterizzato da un sound tipico di quegli anni (il film è del 1979).
La sezione ritmica dei muscisti che vi suonano (basso e batteria) è calda , avvolgente , col charleston mai secco e potente , ma levigato e legnoso. Non ci sono punch da pugno allo stomaco , ma voci potenti e varie , tonalità maschili e femminili incredibili , sia nel registro alto e medio alto che nel basso ( tenori e bassi ).
Consiglio di vedere il film prima e poi ascoltare il disco.
Un piccolo assaggio:



una voce bellissima:


questo è il brano che apre l'album , da notare l'intro, le prime battute (basso e batteria) sono da manuale , tempo scandito 4/4 semplice ma efficace, basso slap (siamo agli inizi di una nuova tecnica) quel tanto che basta , l'accordatura della batteria è come vi ho descritto sopra  e poi c'è quel campanaccio che batte il quarto che ti entra dentro. Da brividi.
Tutta la canzone cammina su questi due metronomi (basso e batteria) che prendono per mano tutti gli altri strumenti , voce umana compresa. fino alla fine...
Se potete , provate ad ascoltarlo cercando di separare le sezioni...è un divertente esercizio per allenare l'orecchio all'ascolto.

______________
Roberto

rferrinid
Moderatore Globale
Moderatore Globale

Data d'iscrizione : 29.01.15
Età : 53
Località : Roma
Occupazione/Hobby : papà musicofilo
Gatto
Impianto : rega brio-r,Dynaudio DM 2/7 , Marantz cd6004 ,Teac T-H300 MKIII, Alessandro MS1 , Beyerdynamic DT990 PRO , Akg K550, Koss Porta PRO, Docet 10/D

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum