HIFI4ALL ::: The Real Music & HiFi Revolution :::
Chi è in linea
In totale ci sono 15 utenti in linea :: 0 Registrato, 0 Nascosti e 15 Ospiti :: 2 Motori di ricerca

Nessuno

[ Vedere la lista completa ]


Il numero massimo degli utenti in linea è stato 3307 il Mar 27 Ott - 22:03
Statistiche
Abbiamo 430 membri registrati
L'ultimo utente registrato è cucicu

I nostri membri hanno inviato un totale di 5835 messaggi in 565 argomenti
I postatori più attivi del mese
Leon77
 

I postatori più attivi della settimana
Leon77
 

Dicembre 2016
LunMarMerGioVenSabDom
   1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031 

Calendario Calendario


Esperienze analogiche

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Esperienze analogiche

Messaggio  rferrinid il Gio 18 Feb - 11:40

La musica...se non fosse per lei quanti di noi non sarebbero qui ?
Esistono molti approcci all'arte celebrata da Euterpe , c'è chi fa discendere il nome Musica proprio da 'Muse'.
Ma non è di questo che voglio parlarvi ; fin da piccolo ho avuto una disposizione particolare verso tutto quello che suonava , fosse uno strumento musicale o una elettronica per riprodurre musica.
Ho cominciato con un organo Bontempi
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
, poco più di un'ottava , forse due , di quelli con la ventola interna che soffiava aria (e faceva più rumore di un aspirapolvere)
; ci ho strimpellato di tutto ,anche poche note ad orecchio della toccata e fuga in re minore di Bach , avevo 5 anni.  studio
Poi sono venuti i dischi , per primi quelle delle favole : chi non ricorda 'A mille ce n'è....'? Ho rivisto il cofanetto in una libreria , quanti ricordi !  rosa**/
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine] (la mia preferita)

Avevo a quei tempi un giradischi portatile , lo ingolfavo a volte inserendo i dischi uno sopra l'altro  arrabbiato   ooohhh
(avevo già imparato a memoria le canzoni delle favole ,naturalmente)
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

Gli anni passavano , io crescevo ascoltando una selezione Readers'Digest di musica classica (le nove sinfonie e tutti i concerti di LV Bethoven) ; a dieci anni li fischiettano a memoria e li ascoltavo sull'unico impianto che avevo in casa , questo:
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
è un musikschrank grundig 7000 a valvole , ancora ce l'ho e funziona benissimo , ci ho ascoltato i miei primi LP (Genesis , Jethro Tull , Pink Floyd)...possiede un giradischi Dual semi automatico , roba veramente flinstoniana , ma quanto mi ha fatto sognare !
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

poi i miei si sono convinti che era meglio farmi ascoltare la musica con qualcosa di decente , era il 1977 , a casa mia arrivò un thorens td 166 mkII , un paio di Kef Chorale e un piccolo JVC VN300 da 30 watt ;
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

Verso i 18 anni non ce l'ho fatta più , volevo esprimere da solo la musica che avevo in mente e con molti sacrifici riuscii a comprarmi (a rate con i primi stipendi :900mila lire al mese) un sax tenore Selmer sa 80 II
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
preso all'Emporio musicale Senese ; a quei tempi già prendevo lezioni da un insegnate americano , David Keberle , ora tornato in America (cercatelo in rete , ha anche pubblicato dei lavori su cd ).
Poi sono venute le prime esperienze nei concerti nel 1988 , in Sicilia durante la rassegna Egadi Jazz...poi nel 1995 , complice una storia finita male (le donne ! pensieroso ), ho venduto il mio sax tenore , ho preso un altro sax (soprano) che non ho mai dico mai suonato per 20 anni.
In mezzo c'è stata sempre la musica , tra il lavoro , la mia futura moglie , i figli...poi è riscoccata la scintilla grazie al TA2024 , l'esperienza dei forum e quella attuale qui con voi.
Poi...poi ...ieri ho fatto un'altra cosa , che poi è stata la molla che mi ha spinto a scrivere e tediarvi fin qui : complice mia figlia (11 anni , prima media) e una lezione-concerto alla quale sono stato invitato , mi ha fatto riprendere in mano il vecchio sax soprano (quello che non suonavo da 20 anni!) che giaceva nella